Genoa Udinese: il giorno dopo.

Il Genoa, come successo con il Parma (imbottito di riserve), perde un’altra occasione per volare nelle parti alte della classifica.

Non nascondiamolo, c’è rammarico per una partita alla nostra portata che potevamo condurre in porto da vincitori.

Un buon primo tempo, giocato ad alti ritmi, tanto pressing, peccato non averlo chiuso in vantaggio di due goal, non avremmo rubato niente.

Il Genoa del secondo tempo invece arranca, arretra troppo, perde aggressività, complice probabilmente una condizione fisica non ancora al top, Sandro su tutti.

Alla fine il Grifone prende due goal – peraltro sugli unici due tiri concessi all’Udinese.

Facciamo chiarezza

Diciamolo subito: molti tifosi si stracciano le vesti per questo pareggio, attaccano pesantemente Juric, ma fin dove può arrivare davvero questa squadra?

Undicesimo posto? Dodicesimo? Tredicesimo?

Io non credo più in alto, anche se lo spero, ovviamente.

Probabilmente sarà un campionato tranquillo e mi auguro faremo 40 punti il più in fretta possibile.

Vero è che il Genoa, anche nel primo tempo in cui ha fatto la partita, non ha mai dimostrato di avere questo gioco irresistibile: si sono viste tante palle lunghe per le punte, pochi schemi, iniziative affidate ai singoli, un Piatek che non sembra trarre giovamento dalla tattica di Juric.

Nel secondo tempo sostituzioni discutibili, ed infine dichiarazioni dell’allenatore sui rigoristi “sinceramente non ci ho pensato, ho preparato la tattica” (cit), che sinceramente mi lasciano un pò basito. Ci si aspetterebbe che nessun particolare venga lasciato al caso, per fortuna Romulo ha segnato.

Per correttezza è giusto dire che anche con Ballardini il Genoa non giocava bene.

Vediamo i numeri

Analizziamo le cifre del campionato: 14 punti in classifica al pari del Torino, decimo posto; nostro il capocannoniere della Serie A; otto punti di distanza dall’ Empoli con scontro diretto a nostro vantaggio.

Una partita da recuperare con il Milan che ci  possiamo giocare e che fino a prova contraria non abbiamo ancora perso.

Dunque che dire? Forza Genoa, sosteniamo la squadra, arriviamo a 40 punti il più in fretta possibile e poi si vedrà.

Un altro punto è in saccoccia.

 

 

Credits Photo: Primocanale