Un match durissimo

Il risveglio del Grifone

Genova si sveglia oggi ancora dolorante, con la mente appannata dalla pioggia, dal vento, dalla bufera.

Il Genoa è già a Milano da qualche giorno e ci resterà per preparare anche la sfida con l’Inter. Le due giornate con le milanesi arrivano in un momento in cui le gambe sono nervose, ansiose.

Da un lato c’è la determinazione ad uscire dalla prima gara di S.Siro con un risultato positivo, confortati dal fatto che si giochi con una delle squadre più in difficoltà del campionato (nonostante nell’ultima partita siano riusciti a darci una gioia).

Dall’altro c’è la rabbia e la voglia di reagire, di contribuire a portare un minimo di serenità in un cielo fosco che ha accompagnato la Città in queste ultime ore.

Situazione tecnica

Il Grifone graffia il terreno di gioco, finora senza incidere l’artiglio nell’erba in maniera gagliarda e tenace.

La squadra è ancora leggera, ma Juric sta preparando fisicamente i giocatori a lottare per tutta la partita.

Non ci sarà Romero (squalificato), al suo posto dovrebbe giocare Gunter, che ha disputato uno scampolo di partita con l’Udinese ed è parso completamente recuperato.

Riposo per Sandro, Juric pare intenzionato a confermare Bessa, affiancandogli Mazzitelli.

Hiljemark ancora in panca: almeno finchè Bessa gioca così bene, non ci sono dubbi.

In attacco l’incontenibile Kouamè e Piatek: speriamo che il polacco sia stimolato dal rosso, come un toro inferocito nell’arena.

Abbiamo bisogno dei suoi goal.

Il Milan, dal canto suo, ha grandi difficoltà di organizzazione della manovra. La squadra è poco concentrata e brillante, anche se con la Doria ha fatto valere un minimo di amor proprio, oltre alla freschezza del giovane Cutrone e al sempre pericoloso Suso.

Se Gattuso dovesse perdere probabilmente rischierebbe il posto. Speriamo di mandarlo a casa, così si riposa e gli torna quel bel sorriso che ce lo ha reso tanto simpa quando era calciatore. Scherzo, non l’ho mai visto ridere.

Probabile schieramento

Il Genoa giocherà con l’ormai consueto 3-5-2:

 

Radu

Biraschi, Gunter, Criscito

Pereira, Romulo, Mazzitelli, Bessa, Lazovic

Kouamè, Piatek