Genoano per osmosi

Fabio Lucarelli si racconta

Finalmente intervistiamo il meno famoso della famiglia, ma sempre un Lucarelli DOC!
Fabio racconta ai lettori di ForzaGenoa.com per Meet&Vip come mai anche lui è un tifoso Genoano, ed oltretutto sfegatato come non mai!
Ciao Fabio! Cosa rappresenta per te il Genoa?
Innanzitutto devo dar merito e gratitudine a mio padre. E’ stato lui infatti a trasmettermi questa grande passione calcistica. A casa mia io e i miei fratelli siamo cresciuti ascoltando musica classica e vedendo le partite del Grifone.
Il Genoa per me rappresenta un’infinità di bellissimi ricordi della mia infanzia, della mia famiglia e della mia vita in generale.
Segui le partite la domenica? Vieni a Marassi ? (Cosa dici lo sveliamo che andiamo insieme in tribuna? 😊 )
Sveliamolo pure! 😂😂  Vivendo a Milano non quanto vorrei, ma diciamo che vengo spesso…
Cosa ne pensi della gestione del Presidente Preziosi ?
Dopo 11 anni consecutivi di serie A non posso parlarne male. Fossi stato in lui, qualche anno fa (ai tempi di Milito e Thiago Motta), avrei provato a vincere lo scudetto della stella. Adesso con la Juve attuale, è praticamente fantascienza.
Questo cambio Ballardini Juric ?
Incomprensibile ed inaspettato. Preziosi e Perinetti poi, lo hanno motivato con la mancanza del bel gioco. Avete visto il secondo tempo di Genoa Udinese domenica scorsa?  Mi è sembrato di rivedere il Genoa della prima parte di campionato della passata stagione. Sempre con Juric appunto. Comunque il grande problema di quest’anno e dell’anno scorso del Genoa, è il centrocampo. Ci manca un “direttore” alla Bortolazzi e un lottatore alla Rincon…
Il calciatore che ha indossato la mitica casacca hai amato di più?
Non posso ricordarne solo uno dai! Te ne dico quattro:  “O rey di Crocefieschi Roberto Pruzzo”, “Fanthomas” Skuravy,  “il Principe” Diego Milito e poi il capitano, Gianluca Signorini.
Hai mai saputo a memoria una formazione del Genoa? Se sì, quale ?
Te ne dico due: Girardi, Secondini, Silipo, Onofri, Berni, Castronaro, Damiani, Arcoleo, Pruzzo, Ghetti, Basilico. Che ricordi… io da bambino che andavo allo stadio in giro per l’Italia insieme alla mia famiglia.  E poi come non potrei sapere questa: Braglia, Torrente, Branco, Eranio, Collovati, Signorini, Ruotolo, Bortolazzi, Aguilera, Skuravy, Onorati.  Il Genoa più forte di sempre.
L’allenatore che hai amato di più?
Due: “Il professore” Franco Scoglio e il Gasp.
Il Presidente che hai amato di più?
Da bambino mi ricordo con affetto di Renzo Fossati. Poi Il presidente del grande Genoa , Aldo Spinelli. E adesso Enrico Preziosi, al quale, anche se non gode di grande popolarità fra i tifosi, vanno riconosciuti grandissimi meriti.
Hai seguito il servizio di Report in cui si parla della connivenza tra dirigenti juventini e mafia ultrà? Se sì, cosa ne pensi?
Certo che l’ho visto. E’ poi l’indagine che è costata il posto a Marotta. Non pensavo che un club che sbandiera da sempre il famoso “stile Juventus”, potesse essere così colluso e compiacente con quel tipo di tifoseria. Per certi versi è stata un’indagine clamorosa.
Vai a vedere Milan Genoa?
Naturalmente.
E del mio sito Forza Genoa, cosa ne pensi? Ti piace?
 
Una bellissima novità! Davvero complimenti.
Hai letto che si parla di una possibile richiesta che vi venga restituito lo scudetto che ci è stato rapinato a Bologna? Sei contento ?
Si ho letto, e ne sarei felice. Ma come tutti credo, preferirei avere la sospirata stella cucita sulla maglia dopo aver vinto lo scudetto sul campo!
Ti faccio un invito: ti andrebbe di scrivere per ForzaGenoa.com ?
 
Magari…
Fabio, io ho finito le mie domande: se c’è qualche aneddoto che ti fa piacere raccontare o aggiungere vai !!!
 
Uno dei primi ricordi che ho, è relativo a una notte all’hotel Vesuvio di Napoli, prima di un Napoli-Genoa. Per colpa di un frigorifero in camera troppo rumoroso, passammo ore insonni. Alloggiavamo in albergo con la squadra, eravamo a meta’ degli anni 70 ed io ero davvero piccolo!
Fantastico Fabio, ti auguro un buon proseguimento in tutte le tue attività e sempre Forza Genoa!
 
Grazie Susanna.  
Ale’ vecchio Grifone!
Intervista di Susanna Grenzing, tutti i diritti riservati.