Pecetti e Sei Luci sotto indagine

A seguito del crollo del Ponte Morandi, la Procura di Genova ha aperto un’inchiesta investigativa parallela, che ora getta ombre preoccupanti su altri cinque viadotti italiani ridotti in stato critico.

Oltre al Viadotto Moro, che si trova in territorio abruzzese, ci sono il Pecetti e il Sei Luci, a Genova, il Gargassa a Rossiglione e il Paolillo in Puglia, sulla Napoli-Canosa. Secondo l’accusa, le certificazioni rilasciate sullo stato dei viadotti sarebbero state “ammorbidite” in modo tale da rallentare o posticipare gli interventi di manutenzione.

Per il Viadotto Pecetti, la criticità più preoccupante è relativa ad una trave di impalcato. Nelle scorse settimane, infatti, è stato vietato il transito ai carichi eccezionali di peso superiore alle 75 tonnellate, mentre può circolare regolarmente il traffico (fonte: La Repubblica).

Autostrade si è difesa dichiarando che il ponte è sicuro e si stanno eseguendo i normali protocolli di controllo e manutenzione: il ponte ha però ricevuto un punteggio di 60, considerato critico (visto che a 70 solitamente viene interdetta la circolazione). Da qualche giorno è vietato il passaggio ai soli trasporti eccezionali.

Sono già state iscritte dieci persone nel registro degli indagati, tra le quali figurano tecnici e dirigenti di ASPI (Autostrade per l’italia) e SPEA. Le loro Sedi e gli uffici dell’UTSA (Ufficio tecnico sicurezza autostrade) di Genova, Milano, Bologna, Firenze e Bari sono già stati perquisiti dalla GDF.

Ricostruire

In queste ore il Governatore della Liguria Toti ha fatto sapere che si aspetta che venga risolta in tempi brevi la questione relativa all’inchiesta della Procura sul crollo del Ponte Morandi, augurandosi che non ne rallenti la ricostruzione.

Toti si augura che il nuovo progetto possa terminare entro il 2019, con percorribilità garantita da Aprile 2020.

Il Sindaco Bucci ha chiarito che i tempi di inizio per la demolizione restano quelli stimati, ossia l’8 Febbraio per l’impalcato costituito dalla trave Gerber del moncone ovest del viadotto.

La tempistica stimata vedrebbe la fine delle opere di demolizione per i primi di Giugno 2019, mentre parallelamente a Marzo 2019 dovrebbero partire i lavori di ricostruzione a Ovest.

 

 

Photo Credits: Free Press Online