Una nuova serie TV

Sembra abbastanza chiaro a tutti che la preparazione estiva della squadra non sia stata all’altezza di un campionato di calcio di massima serie.

I continui infortuni dei giocatori, uniti ad assenze ormai consolidate, potrebbero dare l’opportunità per sviluppare una sceneggiatura con i fiocchi, a livello di Grey’s Anatomy.

La nostra infermeria è meravigliosamente traboccante di stiramenti, rotture, ricuciture e rieducazioni fisiche.

Spolli, Marchetti e Favilli sono alle prese con recuperi lenti e difficili.

Sandro ha rimediato una lesione muscolare alla coscia sinistra, rientrerà verso fine novembre.

Ci vorrebbero ricostituenti per Bessa, Biraschi, Piatek, Pereira e Hiljemark: quest’ultimo praticamente tenuto in naftalina da Juric, ma apparso sempre fuori forma e lento, rispetto all’anno passato.

Veloso è appena rientrato e si spera che trovi la condizione in fretta. Sarebbe stato meglio rinnovargli il contratto a giugno, così avrebbe potuto fare un minimo di preparazione.

Kouamè, dopo aver corso per quattro partite ininterrottamente, con l’Inter è apparso appannato: di certo però fa più paura di Pandev.

Tengono duro Romero, Romulo e Lazovic, mentre ha riposato forzatamente Criscito, che quindi dovrebbe essere in forze.

Pensare che solo in quattro su sedici possano reggere bene i ritmi di una partita contro il Napoli (che si preannuncia molto fisica) mette in agitazione tutta la nostra redazione.

Cristian non dorme di notte, Fabrizio si è eclissato e Susanna è preoccupata.

C’è ancora qualche giorno per recuperare, ma potremmo suggerire a Preziosi di assumere un Derek o uno Sloan?

O forse una Meredith, potrebbe aiutare anche di più…