La classifica migliora

Primo scontro diretto del Genoa nel girone di ritorno con una concorrente per la salvezza, prima partita in trasferta, prima partita dopo la cessione di Piatek, prima partita con la casacca rossoblù di Sanabria.

Risultato, 3 punti importantissimi, alla faccia di Mister Iachini, sempre una goduria batterlo sul campo.

Vittoria che permette al Grifone di piazzarsi in classifica al tredicesimo posto, scavalcando Cagliari e Spal, a più nove sul Bologna terzultimo.

Impresa Genoa

Diciamolo chiaramente, nessuno probabilmente si aspettava un epilogo di questo genere: le numerose assenze, giocatori fuori forma,  attacco orfano di Piatek: tutto questo agitava non poco l’umore dei tifosi rossoblù.

Squadra in vantaggio con Kouamè che però nel primo tempo soffre tremendamente a centrocampo, con l’Empoli che più volte va vicina al pareggio, negato da un paio di interventi strepitosi di Radu.

Il cambio tattico di Prandelli nel secondo tempo ridà equilibrio alla squadra: paradossalmente, nel momento in cui il Genoa soffre di meno, prende goal anche a causa di un goffo intervento di Radu – fino a quel momento perfetto.

Da qui inizia la partita di Super Lazovic, autore di una prova mediocre fino al minuto 69, con Pasqual che spesso gli andava via alle spalle: prima con un sinistro a giro, poi con un assist superlativo per Sanabria, spacca la partita e permette al Grifone di conquistare la vittoria.

Futuro meno oscuro

In questo momento sta effettuando le visite mediche il centrocampista danese Lerager.

Ieri è stato il turno di Radovanovic, mentre Sturaro si sta allenando per recuperare: giocatori che porteranno quella muscolarità che fino ad oggi è un pò mancata.

Sanabria, in goal dopo 5 minuti dal suo esordio, batte il record di Piatek fermo a 6 minuti. Ci lascia ben sperare.

Tutta la squadra si è ben comportata, ha voluto la vittoria a tutti i costi e con sacrificio l’ha ottenuta.

Un elogio a Prandelli: capisce le difficoltà della squadra nel primo tempo e pone rimedio. L’importanza di avere in panchina un allenatore vero. Un Cesare così è una garanzia.

Avanti tutta

Prossimo turno in casa con il Sassuolo: finalmente si torna a giocare di domenica alle ore 15. Ci auguriamo che la vittoria di Empoli possa dare ulteriore slancio alla squadra, anche grazie all’inserimento dei nuovi arrivati. Inutile dire che altri 3 punti sarebbero fondamentali.

Calciomercato prossimo alla chiusura che, come sempre, vede il Genoa scatenato. Ad ogni sessione il Presidente Preziosi stravolge la squadra. Ci auguriamo che sia l’ultima volta, e speriamo di trovare quella continuità di cui squadra e allenatore hanno bisogno.

I tifosi lo meritano, ieri sera erano in 400 ad Empoli.

Se il buongiorno si vede dal mattino….

 

Credits by Tanopress – Genoa Cfc