Un’altalena di emozioni al Dall’Ara: prima il Genoa passa in svantaggio per colpa di un’uscita sciagurata di Radu, poi riacciuffa il pareggio con Lerager, sembra controllare la partita per poi soffrire nel finale del secondo tempo.

Il campo dice un punto, ce lo portiamo a casa volentieri e ce lo teniamo stretto.

LA SQUADRA

Formazione rimaneggiata a centrocampo: a sorpresa dentro Veloso, Bessa parte dalla panchina non essendosi allentato tutta la settimana, Rolon colpito da attacco influenzale.

Lerager subito leader: una partita di ambientamento, la scorsa, ed il danese diventa già insostituibile. Corre instancabilmente tutto il match, esce a pressare alto, ripiega, attacca l’area avversaria, segna il goal del pareggio. Un acquisto azzeccatissimo che si è rivelato da subito fondamentale e siamo sicuri che così sarà anche per il futuro.

Una menzione particolare per Radu: l’uscita fuori tempo che causa il goal del Bologna poteva anche demoralizzare il ragazzo che, al contrario, non si scoraggia e blinda il pari rossoblù con tre parate spettacolari nel secondo tempo. Il punto ottenuto è anche merito suo. Il giocatore dimostra sicuramente di avere carattere e di possedere grande reattività tra i pali, ma di mancare in fisicità e questo lo penalizza molto nelle uscite e comunque nelle situazioni in cui dovrebbe dominare l’area.

Il Genoa è una squadra molto pratica, ma poco spettacolare: il bel gioco latita, spesso si cerca il lancio lungo per Kouamè, Sanabria in area di rigore è sempre in agguato e con la sua tecnica cerca di fare salire i compagni. Non molto di più. Mister Prandelli, sapendo che la sua squadra non possiede grandi qualità tecniche, ha pensato giustamente a blindare la difesa. Bada al sodo. A Bologna con Gunter e Zukanovic abbiamo ballato parecchio, ma il rientro di Romero darà sicuramente più equilibrio al reparto.

LE PROSSIME PARTITE

Il futuro dice Lazio in casa: partita difficilissima, ma si gioca tra le mura amiche e sarebbe importantissimo continuare la striscia positiva arrivata a tre risultati utili consecutivi. Subito dopo due scontri diretti con il Chievo a Verona ed il Frosinone in casa (da non sottovalutare assolutamente, lo abbiamo visto ieri a Marassi).

Da queste partite probabilmente riusciremo  a capire se dovremo soffrire fino alla fine oppure se riusciremo a toglierci definitivamente dalla zona calda della classifica per giocarci l’ultima parte di Campionato in serenità.

Per Prandelli significherebbe programmare già la prossima stagione in tranquillità, riuscendo maggiormente a trasmettere il proprio credo calcistico ai giocatori senza l’ansia della salvezza da raggiungere.

Per ora, bravi Mister e giocatori, – 15 ai fatidici 40 punti.

Forza Genoa!

 

ForzaGenoa.com è stato inserito nel servizio di Google News: per restare sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale. Qui il link.

 

Photo Credits: Tanopress Genoa Cfc