Tutti i retroscena dell’esonero di Ballardini

È notizia clamorosa di poche ore fa (SkySport): Preziosi ha allontanato il tecnico ravennate dalla Società, richiamando Ivan Juric.

Il croato fino allo scorso novembre 2017 aveva guidato la squadra con risultati alterni, subendo la stessa sorte ora toccata a Ballardini.

La sconfitta contro il Parma sarebbe stata fatale, nonostante i buoni risultati collezionati fino a questo momento dal Grifone, con 12 punti in sette gare.

Il messaggio whatsapp

Emerge un retroscena curioso, secondo il quale in un file audio circolato in questi giorni Mimmo Criscito avrebbe raccolto un dialogo tra Preziosi e Ballardini, nel quale il tecnico chiede (forse provocatoriamente) al presidente come schiererebbe la squadra se fosse lui l’allenatore. “Ti pago, la squadra in campo me la devi mettere tu!” Sarebbe stata la risposta del vulcanico Preziosi.

La diffusione del file WhatsApp avrebbe accelerato la separazione, nonostante a parole Preziosi avesse espresso massima fiducia nel tecnico anche in seguito alla sconfitta interna con gli emiliani.

Una decisione unilaterale

La decisione di richiamare Juric è frutto della volontà di Preziosi: inizialmente l’idea era quella di contattare Davide Nicola, mentre i direttori Donatelli e Perinetti spingevano il presidente verso la riconferma del tecnico romagnolo.

Parrebbe che nemmeno nell’ambito dello spogliatoio il croato sia ben visto, specialmente dal capitano, che appresa la notizia dell’arrivo di Juric durante il ritiro della nazionale, ha speso buone parole solo per il tecnico ravennate.

Sipario aperto

Ancora una volta Preziosi (un po’ alla Zamparini) ha ribaltato le carte in tavola senza sentire ragioni: speriamo che Juric trovi in fretta il modo di ricreare un ambiente positivo.

Non dimentichiamo che è comunque il secondo ritorno anche per il croato, che sostituì Mandorlini già all’inizio del 2017 senza grandi risultati, prima dell’arrivo di Ballardini.

Si apre il sipario su una situazione che nasce già con diversi malumori.

Senza dubbio, dalla parte del tifoso si riparte con scarso entusiasmo: Davide Nicola sarebbe stata una scelta più oculata, ma Juric aveva ancora un contratto in essere col Genoa.